FAQ

Risultati: 242

Come si identificano gli imballaggi in vetro verniciato?

Ultima modifica il 03/06/2021

Nel caso di imballaggi in vetro verniciato, si prevede la codifica identificativa relativa al colore del vetro privo di trattamento, secondo il relativo Allegato VI che prevede codifiche identificative per gli imballaggi di vetro di colore trasparente, verde e marrone. Per gli imballaggi in vetro di colore diverso rispetto a

Un imballaggio di piccole dimensioni interamente in legno può essere conferito nell’organico (es. stecco gelati, spiedini)?

Ultima modifica il 03/06/2021

Gli imballaggi costituiti da solo legno possono essere raccolti con i rifiuti organici. Nel caso di imballaggi in legno voluminosi e non conferibili nella raccolta differenziata per rifiuti organici, l’indicazione è quella di verificare con il proprio Comune come conferire tali imballaggi presso l’isola ecologica.

Cosa si intende con “latta” nell’Allegato VII della decisione 129/97/CE?

Ultima modifica il 03/06/2021

Negli allegati della decisione 129/97/CE si esplicitano i codici identificativi dei materiali da imballaggio (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, vetro, composti e tessili), e in particolare nell’Allegato VII con “latta” si intende ferro/acciaio.

Come etichettare un imballaggio costituito da polietilene lineare a bassa densità?

Ultima modifica il 03/06/2021

Gli imballaggi in polietilene lineare a bassa densità sono identificati con la stessa codifica del polietilene a bassa densità, ovvero LDPE 4 secondo la Decisione 129/97/CE.

Come etichettare un imballaggio costituito da polipropilene orientato?

Ultima modifica il 03/06/2021

Gli imballaggi in polipropilene orientato sono identificati con la stessa codifica del polipropilene, ovvero PP 5 secondo la Decisione 129/97/CE.

Come si identificano le fibre tessili?

Ultima modifica il 03/06/2021

> Se la fibra tessile è costituita da un polimero che viene utilizzato anche per altri scopi oltre alla produzione di fibre, come il poliestere o il polipropilene, si invita a fare riferimento all’Allegato I della Decisione 129/97/CE relativo agli imballaggi in plastica:https://www.etichetta-conai.com/documenti/decisione-129-97-ce/. In questo caso, l’imballaggio è conferibile in

Come identificare un imballaggio costituito da plastica, carta e acciaio?

Ultima modifica il 03/06/2021

Un imballaggio così costituito è un imballaggio composto. Per l’identificazione del materiale, si deve prevedere la C/materiale prevalente + numero associato all’accoppiamento plastica, carta e acciaio. Poiché la decisione 129/97/CE non prevede alcuna numerazione associata a questo accoppiamento, si suggerisce di adottare la numerazione “86”, ovvero la prima numerazione disponibile

Qual è il significato del Ciclo di Mobius?

Ultima modifica il 01/06/2021

Il simbolo, privo di quota percentuale, indica la riciclabilità dell’imballaggio, mentre con la quota percentuale da informazione relativa alla quantità di materiale riciclato contenuto nell’imballaggio rispetto alla composizione complessiva.

Si possono apporre i codici identificativi del materiali nel Ciclo di Mobius?

Ultima modifica il 01/06/2021

Il Ciclo di Mobius, come spiegato, consente di comunicare una caratteristica ambientale dell’imballaggio: vale a dire la sua riciclabilità, che consiste nella possibilità di riutilizzare il materiale ottenuto a valle del processo di riciclo dell’imballaggio, in nuovi cicli produttivi. Il Ciclo di Mobius privo di quota percentuale, non è pertanto