FAQ

Alluminio

Risultati: 17

Come indentificare un imballaggio accoppiato con la cera, e dove va conferito?

Ultima modifica il 25/03/2021

Qualora l’imballaggio sia realizzato con uno dei materiali di imballaggio (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, vetro), accoppiato o trattato con un altro materiale, diverso da quelli di imballaggio, come ad esempio la cera, è sempre da considerarsi monomateriale e va conferito nella raccolta del materiale di composizione. Ad esempio, un

Come identificare un imballaggio costituito da polipropilene metallizzato, e dove va conferito?

Ultima modifica il 27/05/2021

Il polipropilene metallizzato è un imballaggio composto poiché è costituito da plastica e alluminio non separabili manualmente. Ai fini dell’identificazione del materiale di imballaggio, sugli imballi composti va applicata la codifica prevista all’Allegato VII della Decisione 129/97 solo laddove il materiale di imballaggio secondario (in questo caso alluminio) superi il

Come identificare un blister di un integratore alimentare costituito da alluminio e plastica?

Ultima modifica il 24/03/2021

Un imballaggio così costituito è un imballaggio composto. Per l’identificazione del materiale, si deve prevedere la C/materiale prevalente + numero associato all’accoppiamento alluminio e plastica, cioè 90 (come da decisione 129/97/CE). Se il materiale prevalente è l’alluminio, la codifica è C/ALU 90. Se il materiale prevalente è la plastica, la

Come codificare ai sensi della decisione 129/97/CE, imballaggi composti, costituiti da più polimeri plastici e alluminio, laddove la percentuale di alluminio sia < 5%?

Ultima modifica il 27/05/2021

In questo caso, poiché il materiale secondario (alluminio) è < 5% del peso totale dell’imballaggio, questo può essere considerato alla stregua di un imballaggio monomateriale in plastica che, in questo caso, è un multistrato in quanto costituito da più polimeri diversi.

Si può usare la parola “metalli” al posto di acciaio e alluminio?

Ultima modifica il 28/05/2021

Il testo di legge indica esplicitamente che su tutti gli imballaggi (B2B e B2C) siano riportate le identificazioni dei materiali mediante la decisione 129/97/CE. Gli imballaggi destinati ai consumatori finali devono inoltre prevedere le indicazioni sul corretto conferimento in raccolta. CONAI suggerisce di indicare chiaramente la famiglia di materiale prevalente dell’imballaggio, che

Come etichettare una bomboletta pressurizzata (bombola e valvola)?

Ultima modifica il 10/03/2021

Dovrà prevedere obbligatoriamente: – La codifica identificativa del materiale come da Decisione 129/97/CE, del corpo principale, vale a dire della bomboletta, cioè ALU 41, e di eventuali altre componenti separabili manualmente (es. chiusura); – Le indicazioni sulla raccolta della bomboletta (es. Raccolta alluminio) e di eventuali ulteriori componeneti separabili manualmente .