FAQ

Cartone ondulato

Risultati: 10

Come è identificato un supporto in plastica per appendere le grucce, presente nei bauletti porta abiti in cartone?

Ultima modifica il 25/03/2021

Se il supporto in plastica è una componente non separabile manualmente dal corpo principale dell’imballaggio, deve riportare obbligatoriamente la codifica identificativa del materiale del corpo principale, e le indicazioni sulla raccolta (che seguono il materiale del corpo principale). Ove possibile, si può apporre la sola codifica identificativa del materiale come

Cosa dovrebbe prevedere l’etichettatura di un imballaggio in cartone, con reggetta separabile manualmente, e punto metallico non separabile?

Ultima modifica il 27/05/2021

I sistemi di imballaggio che prevedono un corpo principale (in questo caso la scatola in cartone) e altre componenti accessorie non separabili manualmente (come in questo caso il punto metallico) , devono riportare obbligatoriamente la codifica identificativa del materiale del corpo principale, e le indicazioni sulla raccolta (che seguono il

Quando si vanno ad accoppiare cartoncino teso e cartone ondulato bisogna utilizzare la codifica PAP 21 o PAP 20?

Ultima modifica il 27/05/2021

Un pack così costituito è un cartone ondulato accoppiato a cartoncino. Generalmente il cartone ondulato è costituito da due superfici di carta piana che racchiudono un’onda interna. Un imballaggio in cartone ondulato accoppiato a cartoncino che presenta la classica forma “ad onda” del cartone ondulato ha codifica PAP20.

Prodotti confezionati singolarmente e forniti al canale B2B in imballaggi secondari come scatole di cartone: è necessario etichettare singolarmente ogni imballaggio primario, o è sufficiente apporre un’etichetta esterna sulla scatola che riporti le codifiche identificative dell’imballaggio primario e secondario?

Ultima modifica il 27/05/2021

Se l’utente finale dell’imballaggio primario non è il consumatore finale È sempre preferibile apporre l’etichetta su ciascun imballaggio primario. Quando questo non è possibile, l’etichettatura può essere riportata sull’unità di vendita, quindi sul multipack/imballaggio secondario (in questo caso l’unità di vendita è l’imballaggio secondario, essendo il prodotto non destinato al

Nel caso di alveari, separatori in cartoncino teso 100% riciclato, quali sono gli obblighi di etichettatura se destinati al B2B?

Ultima modifica il 26/05/2021

Ai sensi del decreto legislativo del 3 settembre 2020, tutti gli imballaggi sono sottoposti all’obbligo di etichettatura. Gli imballaggi destinati al B2B devono obbligatoriamente ripotare la codifica dei materiali di composizione in conformità alla Decisione 129/97/CE. Tutte le altre informazioni sono volontariamente applicabili. Nel caso di imballaggi in carta, cartoncino,

Nel caso di imballaggi in cartone non stampati, come inserire l’etichetta ambientale?

Ultima modifica il 28/05/2021

La norma non esclude gli imballaggi neutri dall’obbligo. Tuttavia, per alcuni di questi imballaggi sono stati rilevati importanti limiti tecnologici che potrebbero non consentire l’apposizione fisica dell’etichettatura ambientale sul packaging. A tal proposito, nella nota di chiarimenti veicolata dal Ministero della Transizione Ecologica il 17 maggio 2021, si esplicita che

Il materiale di cui sono costituiti gli imballaggi in carta e cartone è facile da intuire e da conferire correttamente in raccolta differenziata, bisogna comunque apporre l’etichettatura ambientale?

Ultima modifica il 26/02/2021

Ai sensi del decreto legislativo del 3 settembre 2020, tutti gli imballaggi immessi al consumo in Italia sono sottoposti all’obbligo di etichettatura ambientale. Considerazioni: La norma prevede che tutti gli imballaggi siano opportunamente ed adeguatamente etichettati. Questo significa che l’etichetta può presentarsi nella forma e nei modi che l’azienda ritiene

Come distinguere carta, cartoncino o cartone ondulato?

Ultima modifica il 14/02/2021

La carta vera e propria ha una grammatura fino a 150 g/m2, mentre il cartone è caratterizzato da una grammatura superiore a 600 g/m2, che può raggiungere anche i 1100 g/m2. Il cartoncino, invece, è un manufatto cartario di grammatura intermedia fra quella della carta e quella del cartone, definito