FAQ

L’etichettatura ambientale deve seguire necessariamente dei codici colore?

Dal punto di vista grafico e dei colori dell’etichettatura, non vi sono disposizioni da seguire obbligatoriamente.

Se invece si vuole progettare una etichetta ambientale colorata, al fine di armonizzare e omogeneizzare le indicazioni al cittadino, CONAI consiglia come linea guida di riferimento per la scelta dei colori dell’etichettatura ambientale, quella della UNI 11686 sulla Waste Visual Elements, che prevede i seguenti codici colori:

  • blu per la carta,
  • marrone per l’organico,
  • giallo per la plastica,
  • turchese per i metalli,
  • verde per il vetro,
  • grigio per l’indifferenziato.
, , , , , , , , ,

Ultima modifica il 14/02/2021