FAQ

Componenti separabili manualmente

Risultati: 41

Come comportarsi nel caso di etichette non separabili manualmente apposte direttamente su prodotti (come scope, secchi,…)?

Ultima modifica il 01/07/2021

Nel caso di un’etichetta non separabile manualmente da un prodotto, ove possibile, si può apporre la sola codifica identificativa del materiale come da Decisione 129/97/CE sull’etichetta, ma, su questa, non va riportata l’indicazione sulla raccolta. Facoltativamente, si può quindi prevedere la codifica alfanumerica come da Decisione 129/97/CE per l’etichetta non

Come si etichetta un espositore in cartone ondulato non separabile manualmente da un pallet in legno?

Ultima modifica il 27/05/2021

In questo caso, trattandosi di due imballaggi terziari gestiti ognuno nel proprio flusso di destinazione, devono prevedere ciascuno la propria codifica identificativa del materiale come da decisione 129/97/CE.

Qual è la codifica di una scatola da calzatura in cartone teso, fasciata con foglio di carta stampato con inchiostro?

Ultima modifica il 27/05/2021

Se la carta usata per fasciare la scatola è separabile manualmente, ovvero se è progettata per essere separata dall’utente, senza rischi per la sua salute e incolumità, dal corpo principale con il solo utilizzo delle mani e senza dover ricorrere a ulteriori strumenti e utensili, deve necessariamente riportare la codifica

Come è identificato un supporto in plastica per appendere le grucce, presente nei bauletti porta abiti in cartone?

Ultima modifica il 25/03/2021

Se il supporto in plastica è una componente non separabile manualmente dal corpo principale dell’imballaggio, deve riportare obbligatoriamente la codifica identificativa del materiale del corpo principale, e le indicazioni sulla raccolta (che seguono il materiale del corpo principale). Ove possibile, si può apporre la sola codifica identificativa del materiale come

Gli stampi di cottura dei prodotti da forno sono sottoposti all’obbligo di etichettatura ambientale?

Ultima modifica il 27/05/2021

Se lo stampo di cottura è venduto insieme al prodotto è un imballaggio, quindi è soggetto all’obbligo di etichettatura ambientale.

Che codifica deve riportare un imballaggio per prodotti da salumeria, costituito da un foglio in carta e, adeso a questo, un foglio in plastica che è possibile separare manualmente?

Ultima modifica il 27/05/2021

Se il sistema di imballaggio è stato progettato con componenti destinati a essere separati manualmente, ciascuna di queste deve necessariamente riportare la codifica alfanumerica come da Decisione 129/97/CE e le indicazioni sulla raccolta. In questi casi è consigliato di indicare al consumatore di separare le diverse componenti e di conferirle

Devono essere etichettate le maniglie dei sacchetti?

Ultima modifica il 27/05/2021

Se le maniglie non sono separabili manualmente, deve essere riportata obbligatoriamente la codifica identificativa del materiale del sacchetto, e le relative indicazioni sulla raccolta. Ove possibile, si può apporre la sola codifica identificativa del materiale come da Decisione 129/97/CE anche sulle componenti non separabili manualmente, quindi eventualmente anche sulle maniglie,

Il tappo di una bottiglia di birra che va stappato utilizzando un apribottiglie, si considera separabile manualmente?

Ultima modifica il 24/03/2021

Il tappo della bottiglia di birra deve necessariamente essere separato dalla bottiglia per la fruizione del prodotto, per poi essere conferito nella raccolta differenziata corretta secondo il materiale di composizione. Pertanto, anche se la sua separazione dalla bottiglia prevede l’utilizzo di uno strumento come l’apribottiglia, il tappo si considera separabile

Nei rotoli di bobine di carta è obbligatorio apporre l’etichetta ambientale?

Ultima modifica il 27/05/2021

Si, tutti gli imballaggi sono sottoposti all’obbligo di etichettatura. La norma non esclude gli imballaggi neutri e/o a peso variabile dall’obbligo. Tuttavia, per alcune di queste casistiche sono state rilevati importanti limiti tecnologici che potrebbero non consentire l’apposizione fisica dell’etichettatura ambientale sul packaging. A tal proposito, nella nota di chiarimenti

Per un imballaggio composto, costituito prevalentemente da plastica (in particolare, da PP in forma prevalente, e da PET) + carta, qual è la codifica identificativa come da decisione 129/97/CE corretta da adottare?

Ultima modifica il 27/05/2021

Un pack così costituito è un imballaggio composto a prevalenza plastica con carta. Per l’identificazione del materiale, si deve prevedere la C/polimero prevalente + numero associato all’accoppiamento plastica e carta, cioè 81 (come da decisione 129/97/CE). Pertanto la codifica è C/PP 81.