FAQ

Grafica

Risultati: 12

Se la codifica alfa-numerica è già apposta sull’imballaggio, può non essere riportata anche in etichetta?

Ultima modifica il 03/06/2021

L’etichettatura ambientale può essere apposta/stampata/impressa direttamente sul packaging, oppure su un supporto nel caso sia previsto nel sistema di imballo (es. etichetta). È possibile che la codifica identificativa dell’imballaggio sia riportata in un punto differente rispetto alle indicazioni per la raccolta.

Nel caso di imballaggi multicomponente è possibile “raggruppare” le informazioni relative a più componenti con la stessa codifica identificativa?

Ultima modifica il 31/05/2021

Chi si occupa della grafica e della forma dell’etichettatura ambientale ha libertà di scelta sullo stile grafico, sulla forma e sui colori dell’etichettatura ambientale. La norma non dispone formule precise ma raccomanda che gli imballaggi siano opportunamente etichettati, con una visione volta al raggiungimento dell’obiettivo. Si presuppone che l’etichetta debba essere chiara,

Si può usare la parola “metalli” al posto di acciaio e alluminio?

Ultima modifica il 28/05/2021

Il testo di legge indica esplicitamente che su tutti gli imballaggi (B2B e B2C) siano riportate le identificazioni dei materiali mediante la decisione 129/97/CE. Gli imballaggi destinati ai consumatori finali devono inoltre prevedere le indicazioni sul corretto conferimento in raccolta. CONAI suggerisce di indicare chiaramente la famiglia di materiale prevalente dell’imballaggio, che

E’ possibile sostituire la dicitura “tubetto” con l’icona del tubetto?

Ultima modifica il 28/05/2021

La norma prevede che tutti gli imballaggi siano opportunamente ed adeguatamente etichettati. Questo significa che l’etichetta può presentarsi nella forma e nei modi che l’azienda ritiene più idonei e utili per veicolare le informazioni obbligatorie secondo la normativa vigente. Ciascuna azienda ha dunque la facoltà di comunicarle con modalità grafiche

E’ possibile far ricorso ad un asterisco che rimanda ad un’altra area dell’etichetta dove si riporta una parte delle informazioni?

Ultima modifica il 01/03/2021

La norma prevede che tutti gli imballaggi siano opportunamente ed adeguatamente etichettati. Questo significa che l’etichetta può presentarsi nella forma e nei modi che l’azienda ritiene più idonei e utili per veicolare le informazioni obbligatorie secondo la normativa vigente. Ciascuna azienda ha dunque la facoltà di comunicarle con modalità grafiche

E’ possibile sostituire la stampa del marchio applicando un’etichetta adesiva?

Ultima modifica il 26/02/2021

L’etichettatura ambientale può essere apposta/stampata/impressa direttamente sul packaging, oppure le informazioni possono essere riportate su una etichetta apposta sull’imballaggio.

C’è una dimensione minima obbligatoria per i caratteri con cui si indicano le informazioni relative all’etichettatura ambientale?

Ultima modifica il 26/02/2021

Chi si occupa della grafica e della forma dell’etichettatura ambientale ha libertà di scelta sullo stile grafico, sulla forma e sui colori dell’etichettatura ambientale, infatti la norma non dispone formule precise ma raccomanda che gli imballaggi siano opportunamente etichettati, con una visione volta al raggiungimento dell’obiettivo. La legge non identifica disposizioni e

Quali sono le modalità utilizzabili per la comunicazione dell’etichettatura ambientale (simboli, testo, QR Code, ecc..)?

Ultima modifica il 26/05/2021

Il testo di legge indica esplicitamente che su tutti gli imballaggi (B2B e B2C) siano riportate le identificazioni dei materiali mediante la decisione 129/97/CE. Gli imballaggi destinati ai consumatori finali devono inoltre prevedere le indicazioni sul corretto conferimento in raccolta. CONAI suggerisce di indicare chiaramente la famiglia di materiale prevalente

In che lingua deve essere riportata l’etichettatura ambientale?

Ultima modifica il 14/02/2021

L’obbligo è in vigore per gli imballaggi immessi al consumo sul territorio nazionale, pertanto le informazioni devono essere riportate in italiano, al fine di essere comprensibili da tutti. Inoltre, si segnala che le indicazioni sulla raccolta differenziata degli imballaggi applicabili in Italia, potrebbero non essere valide per altri Paesi.

L’etichettatura ambientale deve avere una grandezza minima?

Ultima modifica il 14/02/2021

Dal punto di vista grafico, non vi sono disposizioni da seguire obbligatoriamente. Si presuppone tuttavia che, oltre ad essere chiara, non fuorviante e facilmente comprensibile da qualsiasi consumatore, l’etichettatura debba essere ben leggibile. Pertanto si suggerisce di fare riferimento a quanto già regolato in tal senso nel settore alimentare, dal